Sicis impreziosisce con i suoi mosaici di vetro la Statua Garuda

Sicis impreziosisce con i suoi mosaici di vetro la Statua Garuda

C’è anche un pezzo d’Italia in uno dei progetti artistici più ambiziosi e monumentali degli ultimi anni. Riguarda l’arte indonesiana, ricca di un fascino unico che va ben al di là dell’aspetto puramente estetico:il restauro di Garuda Wisnu Kencana, una delle statue più grandi e alte del mondo (121 m, 30 in più della Statua della Libertà), raffigurante il Dio Wisnu a cavallo del leggendario uccello Garuda, fonte della saggezza e considerato il preservatore nella religione indù.

 

L’azienda italiana Sicis, leader nel settore del mosaico, è stata chiamata a partecipare a questo importante progetto, creando una custom blend, una miscela speciale e inedita capace di dare un senso di preziosità al copricapo e alle spalline della scultura del maestro indonesiano I Nyoman Nuarta: la lucentezza dell’oro e dell’iridio delle collezioni di mosaici in vetro Glimmer (Mango, Tangerine e Melone) con finitura iridescente ed effetto madreperlato e Iridium (Daffodil) in vetro composito semitrasparente e finitura extra-lucida, sono chiaramente visibili già da molto lontano. Oltre 2.000 ore di lavoro, per posare a mano ogni singola tessera seguendo le irregolarità della scultura.

Il restauro terminerà, dopo quasi tre decenni di lavoro, in Agosto, e la statua, nell’omonimo parco culturale di Jimbaran che domina la collina affacciata verso l’aeroporto di Bali, sarà inaugurata il prossimo Ottobre in occasione dell’IMF World Bank Annual Meeting, per il quale si attendono oltre 20.000 persone provenienti da tutto il mondo.